Per un eventuale scala di carta (fragile, impossibile da percorrere) o cartoncino, si potrebbe costruirla in questa forma unica.

guardate qui

Mi è venuta questa idea:

ci facciamo una foto
di noi (uno alla volta)
schiacciati completamente contro un vetro
come se fossimo in un contenitore pienissimo di roba
ma trasparente
Però si vede solo, chessò, le mani e la faccia che premono
superschiacciate dall’ammasso di roba (non so esattamente cosa)
ma senza che si capisca cosa sia il contenitore.
Cioè l’immagine viene composta solo da questo enorme numero di cose
senza soluzione di continuità ma ad un certo punto si capisce che c’è un vetro
a trattenerle perché compare la nostra faccia o altre parti del corpo deformatissime
dalla pressione.

Questa immagine prima di uno schizzo fatto bene per darvi l’idea

 

xo-skeleton:

Heinz Hajek-Halke, Untitled

(via fuks)

szymon:

Grounding by Sigmund Skard

(via sympathyfortheartgallery)

(Source: gnoth)

Naomi Fisher